Cantante e Attore

Mario Incudine

Prenota la data

Effettuando il login, puoi prenotare direttamente dal calendario l’artista per la data che preferisci.

Novembre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456

Biografia

Mario Incudine, artista dalle molteplici risorse, riesce a far confluire la passione per musica con quella per il teatro e la scrittura portando la sua arte made in Sicily in giro per il mondo.

In ambito musicale è uno dei personaggi più rappresentativi della nuova world music italiana. Una crescita artistica partita dal successo dei suoi primi album, Terra e Abballalaluna (Egea), seguiti da Beddu Garibbardi e Anime Migranti (Finisterre/Felmay), e consacrata da pubblico e critica con il pluripremiato album Italia talìa (Universal), che ha conquistato il secondo posto al Premio Tenco 2013 ed è stato vincitore assoluto del premio nazionale per la musica tradizionale “Città di Loano 2013”. Il suo ultimo progetto musicale, D’acqua e di rosi (Finisterre/Felmay), è una raccolta di canti d’amore in lingua siciliana in distribuzione in tutta Europa.

È di prossima uscita la raccolta La bella poesia, prodotta da Ambrogio Sparagna, in cui Incudine affronta come interprete le romanze siciliane dei primi del Novecento.

Biagio Antonacci lo ha voluto come ospite nel suo brano Mio Fratello del cd Dediche e Manie (Sony Music, 2017) e Mario Incudine è stato chiamato ad eseguirlo dal vivo nel live tour nazionale di Antonacci per i palasport d’Italia.

Come coregista assieme a Moni Ovadia firma Liolà, opera nel cartellone del teatro Biondo di Palermo nel 2018  e attualmente in tour (spettacolo in cui è anche protagonista e autore delle musiche originali), e Le Supplici nella stagione dell’Istituto nazionale del dramma antico di Siracusa 2015, recitando e cantando anche nel ruolo nel cantastorie e curandone la traduzione in siciliano e le musiche originali. Firma le musiche ed è tra i protagonisti (assieme a Ovadia e Valeria Contadino) dello spettacolo Il Casellante, tratto dal romanzo di Andrea Camilleri e diretto da Giuseppe Dipasquale, attualmente in tournée nazionale. È protagonista dello spettacolo di teatro musicale Mimì, da sud a sud con le note di Domenico Modugno che Incudine da vero mattatore porta in giro per l’Italia assieme alla sua band per la regia di Giuseppe Cutino e Moni Ovadia.

È attore, compositore e regista degli spettacoli Il dolore pazzo dell’amore, I baci sono definitivi e Il diavolo di Sant’Antonio, di e con Pietrangelo Buttafuoco.

Per conto del teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto, ha messo in scena come autore, regista, attore e cantante le opere corali Un canto mediterraneo (2017) e Il canto di Nessuno (2018) che hanno visto la partecipazione di oltre cento artisti sul palco e repliche nei teatri antichi di Sicilia.

Per il quinto anno consecutivo è stato confermato direttore artistico del teatro Garibaldi di Enna ed è la sua l’ideazione e la direzione artistica delle Rete dei Teatri Minori Siciliani che raggruppa i teatri di Cefalù (Palermo), Chiaramonte Gulfi (Ragusa), Novara di Sicilia (Messina).

Dirige la scuola di teatro “Il cuore di Argante” di Noto (Siracusa) e insegna canto e cunto all’Accademia nazionale del Dramma antico di Siracusa. Come autore di musiche originali di scena, ha firmato le composizioni de Le sorelle Materassi, diretto da Geppy Gleijeses, opera campione d’incassi e tuttora in tournée nei teatri dello Stivale, e de La Signora delle Camelie, per la regia di Matteo Tarasco. È autore della colonna sonora del film Famosa, opera prima di Alessandra Mortelliti, di prossima uscita nelle sale.

Ha all’attivo tour in quattro continenti e collabora con alcuni tra i più importanti artisti della musica, del teatro e della danza: tra gli altri, Andrea Camilleri, Ambrogio Sparagna, Gaetano Savatteri, Moni Ovadia, Kaballà, Alessandra Mortelliti, Rocco Mortelliti, Mariano Rigillo, Francesco De Gregori, Franco Battiato, Lucio Dalla, Alessandro Haber, Geppy Gleijeses, Massimo Ghini, Walter Matteini, Matteo Tarasco, Marinella Bargilli, Walter Sivilotti.

Novembre 2019 debutta al teatro Carcano di Milano Barbablù di Costanza Di Quattro con Mario Incudine Musiche Mario Incudine eseguite dal vivo da Antonio Vasta Scene e costumi Elisa Savi Luci Daniele Savi Regia Moni Ovadia.

Barbablù è una favola antica, un racconto marcatamente noir i cui contorni rosso sangue attraggono e ripugnano al contempo. È una favola vera, immersa fra castelli incantati e chiavette magiche, amori infiniti e amori tragicamente distrutti. In un posto senza spazio, in un tempo che non c’è, Barbablù si racconta a noi attraverso un delirio surreale di lucida follia. Diverso da quello che la letteratura ci ha propinato negli anni, questo Barbablù si apre e si confida, racconta di essere stato e di continuare ad essere. Lui, nella sua essenza di uomo, di bambino ferito, di amante frustrato, di figlio non amato. Lui, uomo del suo tempo per ogni tempo. Eterno insoddisfatto, cruento assassino, instancabile amante. Un intenso monologo che racconta la storia del cattivo per eccellenza, i setti amori vissuti, le sette vite distrutte fino all’ultima, l’unica per la quale valeva la pena fermarsi. E non solo alla favola si attiene il racconto. La verità permea l’andamento dello spettacolo; la verità storiografica di un personaggio realmente esistito il cui nome echeggia ancora nel mondo sotto il ricordo fantastico di Barbablù.

Il 2020 segna un passo importante per Mario Incudine. Insieme alla ASC Production che lo rappresenta, firmano un contratto artistico con la Società IMARTS Internation Music and Arts di Milano, che cureranno il Booking & commerce.

Spettacoli di Mario incudine: Mimì, Barbablù, Un canto mediterraneo, Liolà, Le Supplici, Il Casellante, Il Ciclope – Odissea, un racconto mediterraneo,Il canto di Nessuno,Curri l’aria, Il dolore pazzo dell’amore, 262 vestiti appesi, Notti d’amuri,La Guerra di Giovanni Marangoni, Anime migranti.

Prenota la data

Effettuando il login, puoi prenotare direttamente dal calendario l’artista per la data che preferisci.

Novembre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456

Biografia

Mario Incudine, artista dalle molteplici risorse, riesce a far confluire la passione per musica con quella per il teatro e la scrittura portando la sua arte made in Sicily in giro per il mondo.

In ambito musicale è uno dei personaggi più rappresentativi della nuova world music italiana. Una crescita artistica partita dal successo dei suoi primi album, Terra e Abballalaluna (Egea), seguiti da Beddu Garibbardi e Anime Migranti (Finisterre/Felmay), e consacrata da pubblico e critica con il pluripremiato album Italia talìa (Universal), che ha conquistato il secondo posto al Premio Tenco 2013 ed è stato vincitore assoluto del premio nazionale per la musica tradizionale “Città di Loano 2013”. Il suo ultimo progetto musicale, D’acqua e di rosi (Finisterre/Felmay), è una raccolta di canti d’amore in lingua siciliana in distribuzione in tutta Europa.

È di prossima uscita la raccolta La bella poesia, prodotta da Ambrogio Sparagna, in cui Incudine affronta come interprete le romanze siciliane dei primi del Novecento.

Biagio Antonacci lo ha voluto come ospite nel suo brano Mio Fratello del cd Dediche e Manie (Sony Music, 2017) e Mario Incudine è stato chiamato ad eseguirlo dal vivo nel live tour nazionale di Antonacci per i palasport d’Italia.

Ultimi album

Icon
Settembre 2017

D'acqua e di rosi

Icon
Giugno 2012

Italia talìa

Icon
Marzo 2011

Anime migranti

Resta aggiornato con la newsletter

Seguici